Techub, Scorzoni: “CreditoLab, l’innovativa business platform per il mondo creditizio”

Techub basa la sua proposizione di valore su tre principali linee di business, completamente sinergiche per offrire soluzioni integrate a 360°. La mission dell’azienda è quella di fornire servizi di system integration, garantendo indipendenza dai vendor e ROI; di erogare nel mercato italiano servizi di outsourcing personalizzati; di sviluppare e commercializzare soluzioni applicative innovative per il mercato bancario. In questo contesto le aree applicative di maggiore interesse sono rappresentate dalla cessione del V dello stipendio, dalle carte di credito revolving, dai mutui, da nuovi prodotti per il consolidamento del debito retail. L’integrazione delle competenze di system integration con le competenze applicative consente di fornire soluzioni di valore a tutte le problematiche di interconnessione, scambio dati e interazione tra le diverse realtà del mondo finanziario (banche, intermediari creditizi, servicer bancari e finanziari etc.).
Roberto Scorzoni
, direttore generale, ci spiegherà in particolare l’innovativa business platform per il mondo creditizio.


Che cos’è CreditoLab?

È una business platform costruita per rivoluzionare l’operatività degli attori dell’intermediazione creditizia come mediatori, banche e intermediari non bancari, nel massimo rispetto delle disposizioni e delle aspettative degli organi di Vigilanza. La soluzione dispone anche di una configurazione ad hoc per gli agenti creditizi. Con questa nuova piattaforma la progettazione e l’evoluzione dei processi operativi aziendali non sono più condizionate dal sistema software, ma al contrario possono essere modellate dall’utente sulla base delle esigenze di un mercato sempre più competitivo che richiede di ridurre i costi, i tempi di esecuzione dei processi e incrementare l’efficienza produttiva nel rispetto della compliance. Esso si pone quindi come strumento utile ed efficace nello scenario della nuova Regolamentazione per incontrare obiettivi di: reporting, monitoraggio, adattabilità, dinamicità, controllo, efficienza e integrabilità. CreditoLab è stato pertanto concepito per poter supportare una grande varietà di utilizzatori, con profili utente costruiti con la massima granularità e flessibilità. È anche possibile integrare nei processi altri attori, quali le compagnie assicurative, massimizzando in tal modo l’automazione delle attività e incrementando notevolmente l’efficienza dei processi. La dislocazione territoriale delle organizzazioni è del tutto trasparente per il sistema, che si adatta perfettamente all’operatività dei Centri Servizi che operano in logica multi-istituto.

Quali funzionalità sono previste?
La piattaforma è composta da tre strati software fondamentali: componenti infrastrutturali, componenti anagrafiche e moduli funzionali/operativi. Il primo strato di software sono le componenti infrastrutturali, ovvero tutti quei moduli dedicati a funzioni indipendenti dalla specifica forma tecnica di credito utilizzata, quali ad esempio la gestione dei processi operativi (Workflow e BPM), o la gestione documentale (in ingresso, in uscita con funzioni di authoring), o la gestione connessioni “multicanale” (es. Windows mobile, iPhone, iPad), o anche la gestione della sicurezza, per finire con la gestione delle configurazioni e parametrizzazioni.

In che consiste il secondo strato di software?
È quello delle anagrafiche, in cui è stato predisposto un modulo comune (contenente dati “generici”, ma completi, come ad esempio comuni, provincie, CAP etc.) e una serie di moduli anagrafici specializzati per le diverse forme tecniche. I moduli anagrafici sono stati progettati in maniera flessibile e sono facilmente integrabili con altre informazioni, dati anagrafici generati da variazioni normative o da esigenze di business.

Invece quando parla di moduli funzionali/operativi, cosa intende?
È il terzo strato software, costituito dai moduli operativi e gestionali verticali, uno per ogni forma tecnica, come ad esempio: la gestione contatto con cliente, preventivazione e CRM; la gestione dell’istruttoria; la gestione Quote e postvendita; la gestione e monitoraggio della morosità, del recupero crediti, della ristrutturazione dei crediti, dei sinistri; e le procedure di trasferimento dati verso sistemi di contabilità, regolamentazione di settore, assicurazioni, etc. L’interfaccia del sistema è semplice e intuitiva e del tutto simile a Microsoft Outlook, molto familiare agli utenti. La finestra principale visualizza sempre in evidenza l’elenco delle attività da eseguire e la loro priorità, uno strumento molto utile per il supporto al lavoro quotidiano.

CreditoLab offre vantaggi operativi ai consulenti sul territorio?
Sì certo, è anche un ottimo strumento di CRM (customer relationship management) ed è un tool di supporto alla vendita. Comprende infatti un modulo di gestione dei possibili nuovi clienti che funge da supporto all’agente in attività finanziaria o al mediatore nell’intero processo di vendita e consulenza: dal primo contatto all’acquisizione della prima documentazione, alla simulazione e preventivazione, alla conferma, fino ad arrivare all’istruttoria vera e propria. CreditoLab gestisce in modo efficace la registrazione di nuovi clienti nelle diverse modalità: i flussi di nominativi segnalati da controparti collegate oppure acquistati, le attività che derivano dai Call center (inbound e outbound), le segnalazioni di contatti caricati manualmente presso i punti operativi aziendali e i contatti generati dal canale internet. I nuovi prospect possono essere automaticamente smistati in base criteri predefiniti, come ad esempio per CAP. Inoltre ogni consulente sul territorio preposto alla vendita ha a disposizione un preventivatore, utilizzabile off-line o da dispositivi mobili e strumenti di reporting avanzato per monitorare la storia dei contatti con il cliente e per la gestione del post vendita, come ad esempio: riferimenti e persone da contattare presso l’amministrazione, il piano di ammortamento attivo ed eventuali piani precedenti o l’archivio storico delle azioni effettuate nel tempo dai diversi utenti sulla pratica o verso il cliente.

Secondo quali modalità i clienti possono utilizzare CreditoLab?
È utilizzabile attraverso la tradizionale acquisizione della licenza d’uso o in outsourcing, nella modalità SaaS (Software as a Service). In quest’ultimo caso il cliente può esternalizzarci l’intero sistema gestionale (applicazione, hardware, reti e servizi di gestione), beneficiando di un’importante riduzione dei costi che possono essere modulati in maniera variabile in funzione dei volumi di business gestiti, con tempi di attivazione molto brevi. Questa modalità di fornitura garantisce, attraverso una infrastruttura tecnologica basata sull’innovativo paradigma del “Cloud Computing”, i migliori livelli di efficienza e sicurezza ad oggi disponibili, nonché la completa conformità alla normativa garante della privacy sugli amministratori di sistema.

Techub, Scorzoni: “CreditoLab, l’innovativa business platform per il mondo creditizio” ultima modifica: 2011-06-03T11:21:30+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: