Tecnocasa: cresce la percentuale dei single che compra casa. In tre anni passati dal 28,7% al 30,5% degli acquirenti

Tecnocasa LogoNel 2021 il 69,5% delle compravendite realizzate attraverso il gruppo Tecnocasa è stato concluso da famiglie, coppie con o senza figli, e il 30,5% da single. Nelle grandi città la quota di acquirenti unici sale al 36,3% del totale. Lo ha reso noto il franchising immobiliare, che ha sottolineato come la percentuale di acquirenti single sia in aumento rispetto al 29,8% del 2020 e al 28,7% del 2019.

Tra le città con le quote più alte di acquirenti single Tecnocasa segnala Bologna e Milano, con percentuali che sfiorano il 50%, mentre le città con le percentuali più basse sono Napoli, Palermo e Bari, con quote inferiori al 30%.

Acquisto per investimento

A livello nazionale nel 2021 le famiglie hanno manifestato una maggiore propensione all’acquisto di case vacanza rispetto ai single (8,5% contro 3,5%) e per gli acquisti per investimento (17,2% contro 14,3%). Le percentuali di acquisti per investimento crescono se si considerano solo le grandi città, in questo caso le famiglie comprano per investimento nel 26,3% dei casi, mentre i single si fermano al 18,2%. In generale, rispetto al 2019, sia per le famiglie sia per i single diminuiscono le percentuali di acquisto per investimento, mentre aumentano quelle di acquisto di case vacanza. Con l’arrivo della pandemia, infatti, il segmento dell’investimento evidenzia un lieve rallentamento mentre il settore della seconda casa registra un numero di richieste e di compravendite in crescita.

Le metrature scelte

Secondo l’analisi di Tecnocasa, le famiglie acquistano mediamente tipologie più ampie rispetto ai single, ma vediamo quali sono le proporzioni tra le diverse tipologie per le due categorie analizzate: il trilocale è la tipologia più compravenduta sia dalle famiglie sia dai single (rispettivamente con il 32,5% e con il 37,8%), ma passando al 2 locali emergono differenze importanti con una quota del 13,1% per le famiglie, contro il 32,3% dei single. Consistente anche il divario per quanto riguarda le soluzioni indipendenti e semindipendenti, che compongono più un quarto delle compravendite da parte di famiglie (26,2%), mentre per i single si fermano al 12,1%.

Prendendo in considerazione solo le grandi città italiane la tipologia più scelta dai single diventa il bilocale che compone il 45,7% degli acquisti, mentre il trilocale passa in seconda posizione attestandosi al 32,7%. Per quanto riguarda le famiglie che acquistano in grandi città è sempre il trilocale la tipologia preferita (34,6%), seguita dal quattro locali (23,1%). Gli acquisti di soluzioni indipendenti e semindipendenti risultano marginali e si attestano al 4,5% per le famiglie e all’1,6% per i single.