Terremoto: intesa tra regione e banche per sostenere credito agevolato alle imprese

La giunta regionale dell’Emilia Romagna ha approvato un protocollo d’intesa con banche, consorzi fidi e associazioni imprenditoriali (in particolare, Unicredit, Banco Popolare, Monte dei Paschi di Siena, Bnl-Gruppo Bnl Paribas, Sanfelice 1893, Bper, Federazione Bcc Emilia-Romagna, Intesa San Paolo-Carisbo e Unipol) per favorire il credito agevolato alle imprese nella zona colpite dal terremoto.

L’accordo prevede finanziamenti a medio-lungo termine, che potarnno portare un po’ di sollievo alle imprese fornendogli una spinta per ripartire. È stata anche prevista la destinazione di un primo plafond di risorse della Cassa depositi e prestiti e della Banca europea per gli investimenti da concordare con gli istituti per finanziamenti destinati alla messa in sicurezza, alla ricostituzione delle scorte, alla ricostruzione degli immobili, all’acquisizione delle attrezzature nonché a processi di sviluppo delle aziende di tutti i settori produttivi, di durata variabile e compresa per i diversi interventi fra i 5 e i 15 anni. I costi delle pratiche dovranno essere contenuti e i finanziamenti elargiti rapidamente.

Inoltre per le grandi imprese, non direttamente rientranti nei provvedimenti previsti dal decreto legge 74/2012, regione, banche e consorzi fidi si adopereranno per mettere a disposizione, compatibilmente con le risorse disponibili, un plafond dedicato sul fondo di rotazione per gli investimenti della Cassa depositi e prestiti. Tutti gli interventi a favore delle imprese saranno gestiti da un comitato unitario, che controllerà l’utilizzo delle risorse.

Terremoto: intesa tra regione e banche per sostenere credito agevolato alle imprese ultima modifica: 2012-06-15T09:59:52+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: