Tree Finance, margine operativo lordo -1.103 mila euro

 

Per quanto riguarda la due principali reti, Gabetti Finance e Rexfin, facenti parte di Tree Finance, il 2010 si è concluso con un volume di erogato pari a 230 milioni di euro, in contrazione del 14% rispetto ai 266 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente.

Ciò nonostante, a seguito della riorganizzazione operata nel precedente esercizio, Gabetti Property Solutions comunica che il margine operativo lordo del settore finance, seppur negativo per 1.103 mila euro, “risulta in miglioramento del 54% rispetto a quello di -2.385 mila euro dello stesso periodo dell’esercizio precedente, evidenziando oltre che minori costi, una marginalità superiore derivante dall’attività di segnalazione di mutui. Al 31 dicembre 2010 risultano sottoscritti contratti di franchising in nr. 153 zone contrattuali con nr. 110 agenzie operative”.

Sempre nel comunicato di Gruppo si legge che “il cda ha redatto il progetto di bilancio di esercizio e il bilancio consolidato al 31 dicembre 2010 utilizzando il presupposto della continuità aziendale sulla base delle azioni delineate nel Piano Revised, del raggiunto accordo con le banche finanziatrici, dell’avvenuto aumento di capitale sociale, tenuto anche conto della situazione della partecipata Tree Finance S.r.l., anche considerando in alternativa un’anticipazione della dismissione del portafoglio immobiliare rispetto alle tempistiche previste nel Piano Revised”.

In relazione a Tree Finance evidenziamo anche che l’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2010 è stata rinviata a seguito delle incertezze connesse alla continuità aziendale, riconducibili alla temporanea crisi di liquidità a causa della quale potrebbe essere necessario il supporto finanziario dei soci: ancora dal comunicato ufficiale si legge che “gli amministratori di Gabetti Property Solutions ritengono che tale rischio possa essere affrontato in condizione di continuità di gestione”.

Come detto, nel dettaglio del settore Finance, nel 2010 sono stati conseguiti volumi di erogato non ancora soddisfacenti e in ritardo del 18% rispetto alle attese. L’EBITDA dell’esercizio 2010 risulta ancora negativo per 1,1 milioni di euro rispetto ad un risultato atteso a piano negativo per 0,7 milioni.

L’implementazione di uno strumento informatico di scambio delle informazioni tra le reti Tree Real Estate e Tree Finance, la piena efficienza della struttura del back office che opera attraverso la controllata The Mortgage Factory (partecipata da Capital Money al 42,5%), il ripristino di tutte le convenzioni con gli Istituti di credito, la costituzione di Crif Icm faciliteranno la canalizzazione di flussi rivenienti da reti immobiliari e finanziarie interne ed esterne, con benefici in termini di volumi gestiti.

Nella relazione si ricorda inoltre “che tale settore è oggi sottoposto ad una evoluzione normativa (il Decreto Legge 141 del 13 agosto 2010), i cui effetti non sono ancora stimabili anche a seguito della mancanza dei regolamenti attuativi di riferimento”.

Il management ritiene comunque che le restrizioni ipotizzate per gli operatori e il divieto di remunerazione per le segnalazioni degli agenti immobiliari, unitamente agli effetti derivanti dalla convenzione con Tree Real Estate e agli obblighi conseguenti per gli affiliati, porteranno effetti positivi al business e pertanto si ritiene che esistano le condizioni per poter confermare i target di Piano, “senza poter escludere qualche ritardo nei risultati di breve periodo, connesso all’entrata a regime degli interventi fatti, tenuto anche conto della situazione del socio di maggioranza di Tree Finance che comportano incertezze sulla continuità aziendale della stessa che comunque il management di Gabetti Property Solutions S.p.A. allo stato ritiene possa essere affrontato in continuità di gestione”.

Tale situazione verrà attentamente monitorata dagli amministratori che provvederanno a informare tempestivamente il mercato.

Vis:1107

Tree Finance, margine operativo lordo -1.103 mila euro ultima modifica: 2011-04-06T18:25:33+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: