Ubi Banca, nel 2016 monte dividendi a 107 milioni

Ubi Banca LogoIl consiglio di sorveglianza di Ubi Banca ha approvato il bilancio consolidato e il bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2016, nei termini approvati dal consiglio di gestione in data 9 febbraio.

Il bilancio consolidato e il bilancio d’esercizio, si legge in una nota, sono stati assoggettati a revisione contabile da parte di Deloitte & Touche s.p.a., che ha rilasciato i prescritti giudizi.

Verrà sottoposta all’assemblea degli azionisti la proposta di distribuzione di un dividendo unitario di 0,11 euro per ciascuna delle azioni in circolazione (circa n. 974 milioni, al netto delle azioni detenute in portafoglio da Ubi Banca stessa). Il dividendo, se deliberato dall’assemblea degli azionisti nella misura proposta, sarà messo in pagamento con data di stacco, record date e data di pagamento rispettivamente il 22, 23 e 24 maggio 2017. Il monte dividendi ammonterà a oltre 107 milioni di euro, a valere sulla riserva straordinaria.

Nella stessa seduta, il consiglio di sorveglianza ha tra l’altro approvato le relazioni relative ai piani di incentivazione basati su strumenti finanziari, che verranno sottoposti all’approvazione della prossima assemblea, nell’ambito dei quali è previsto, a sostegno del Piano Industriale, un nuovo piano incentivante per il periodo 2017-2019/2020 con l’obiettivo di coinvolgere e allineare sempre più gli interessi del Management e dell’Azionista in un’ottica di lungo periodo. I destinatari di tale piano appartengono al perimetro del personale più rilevante, ad eccezione dei componenti degli Organi Sociali non legati da rapporto di lavoro dipendente, delle funzioni aziendali di controllo e di alcune specifiche posizioni. Si rimanda alle relazioni in argomento e ai relativi Documenti Informativi redatti ai sensi dell’art. 84-bis, comma 1, del Regolamento Emittenti, pubblicati sul sito www.ubibanca.it, sezione soci, per maggiori dettagli.

L’assemblea degli azionisti di Ubi Banca è convocata per il prossimo 7 aprile 2017 alle ore 14,30 presso la Nuova Fiera di Bergamo, in Bergamo Via Lunga in unica convocazione con il seguente ordine del giorno:

Parte Ordinaria

1. Proposta di copertura della perdita di esercizio e di distribuzione del dividendo a valere sulla riserva straordinaria, previa presentazione del bilancio di esercizio e del bilancio consolidato al 31 dicembre 2016.

2. Nomina, per integrazione del Consiglio di Sorveglianza, di un Consigliere. Delibere inerenti e conseguenti.

3. Relazione sulla remunerazione: deliberazione ai sensi dell’art. 123-ter, comma 6, del D.Lgs. 58/1998.

4. Proposta in ordine alle politiche di remunerazione e incentivazione a favore dei Consiglieri di Sorveglianza e dei Consiglieri di Gestione ai sensi della normativa vigente.

5. Piani di remunerazione basati su strumenti finanziari: a. proposta per la valorizzazione di una quota della componente variabile a breve termine (annuale) della retribuzione del “Personale più rilevante” in strumenti finanziari e proposta di autorizzazione all’acquisto di azioni proprie al servizio del piano di incentivazione; b. proposta per la valorizzazione della componente variabile a lungo termine (pluriennale) della retribuzione del “Personale più rilevante” in strumenti finanziari e proposta di autorizzazione all’acquisto di azioni proprie al servizio del piano di incentivazione; c. proposta per la valorizzazione del premio di produttività (cd. premio aziendale) di competenza 2017 in strumenti finanziari e proposta di autorizzazione all’acquisto di azioni proprie al servizio del Premio Aziendale.

6. Proposta in ordine ai criteri e limiti per la determinazione dei compensi da accordare in caso di conclusione anticipata del rapporto di lavoro o di cessazione anticipata della carica.

7. Proposta per la determinazione del rapporto tra componente variabile e fissa della remunerazione fino al limite del 2:1 per i Responsabili dell’Area Investimenti di Ubi Pramerica Sgr.

Parte Straordinaria

Proposta di attribuzione al Consiglio di Gestione della delega, ex art. 2443 cod. civ., ad aumentare a pagamento ed in via scindibile in una o più volte il capitale sociale entro il 31 luglio 2018, per un importo massimo complessivo di Euro 400.000.000, comprensivo di eventuale sovrapprezzo, mediante emissione di azioni ordinarie prive di valore nominale ed aventi le stesse caratteristiche di quelle in circolazione, da offrire in opzione agli aventi diritto, con ogni più ampia facoltà di stabilire, di volta in volta, nel rispetto dei limiti sopra indicati, modalità, termini e condizioni dell’operazione, ivi compreso il prezzo di emissione, comprensivo di eventuale sovrapprezzo delle azioni stesse ed il godimento. Deliberazioni inerenti e conseguenti. Conseguente modifica dell’art. 5 dello Statuto sociale.

L’avviso di convocazione e la documentazione relativa all’Assemblea – cui si fa rinvio per maggiori dettagli – vengono messi a disposizione con le modalità ed entro i termini di legge e consultabili sul sito internet della Banca (www.ubibanca.it, Sezione Soci).

Articoli che potrebbero interessarti:

Ubi Banca, nel 2016 monte dividendi a 107 milioni ultima modifica: 2017-03-08T10:52:53+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA