Ubi Banca, plafond di 10 milioni a sostegno delle vittime del terremoto

Ubi Banca LogoA fronte alla situazione d’emergenza determinata dagli ingenti danni causati dal terremoto nelle province di Ascoli, Fermo e Macerata, il Gruppo Ubi Banca, attraverso l’iniziativa di Ubi-Banca Popolare di Ancona, ha stanziato un plafond di 10 milioni di euro a sostegno sia dei privati, sia delle imprese che hanno subito danni.

Il plafond, spiega una nota, è stato deciso per supportare società di capitali e persone, ditte individuali e titolari di partite Iva localizzati nei Comuni colpiti dalle conseguenze del terremoto, fornendo loro uno strumento per agevolare la ripresa delle proprie attività imprenditoriali.

“Oltre oltre a esprimere la nostra vicinanza e cordoglio alle famiglie e aziende duramente colpite in questi giorni – ha spiegato Nunzio Tartaglia, direttore generale di Ubi-Banca Popolare di Ancona – attraverso l’iniziativa della nostra banca intendiamo contribuire concretamente al superamento di difficoltà e disagi causati del sisma che ha sconvolto alcune province marchigiane. Per questo abbiamo predisposto uno strumento finanziario di semplice e rapida fruizione, in considerazione dell’eccezionalità del momento”.

Nella consapevolezza dell’urgenza la banca garantirà un iter procedurale privilegiato per  la concessione dei finanziamenti e per la gestione di eventuali richieste di moratoria per quanti hanno in essere mutui e finanziamenti a medio e lungo termine con il nostro Istituto bancario. Informazioni sono disponibili presso tutte le filiali di Ubi-Banca Popolare di Ancona.

Articoli che potrebbero interessarti:

Ubi Banca, plafond di 10 milioni a sostegno delle vittime del terremoto ultima modifica: 2016-08-26T20:46:18+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA