Uk, crescono i mutuatari in difficoltà: le previsioni stimano un aumento dei consumatori in arretrato sulle arte del mutuo

Potrebbero superare il 12% i mutuatari in arretrato di pagamento, secondo le stime di Bank of England. Il dato, però, è al momento “congelato” dai provvedimenti e dalle misure in atto promosse dagli istituti di credito. Infatti, secondo il Financial Stability Report, se domani dovesse finire la “pazienza” delle banche la quota 12% di mutuatari in difficoltà verrebbe facilmente superata.

Nel rapporto si legge che “negli ultimi due anni la tolleranza degli istituti di credito non ha prodotto un recupero significativo dei prestiti erogati; non solo, ma il 12% dei mutui residenziali attuali godono delle misure di tolleranza delle banche”.

Sir Mervyn King, governatore della Bank of England e governatore e chairman del Monetary Policy Committee, sostiene che quando gli istituti di credito decideranno di non sostenere più i propri clienti in ritardo con il pagamento delle rate, sarà importante prendere le adeguate contromisure. “Non voglio dire che la pazienza che le banche hanno mostrato finora è sbagliata – ha dichiarato King –, ma deve essere adeguatamente bilanciata per tutte e due le parti che sottoscrivono un finanziamento”.

Sempre nell’analisi della Bank of England traspare come gran parte delle misure promosse dalle banche sono rivolte alle proprietà commerciali: “Nei casi in cui i mutuatari continuano a pagare le loro rate, le banche hanno scelto di rinunciare ai covenant legati al loan-to-value e di estendere la durata dei finanziamenti in scadenza o ridiscuterli”.

Uk, crescono i mutuatari in difficoltà: le previsioni stimano un aumento dei consumatori in arretrato sulle arte del mutuo ultima modifica: 2011-07-04T09:59:17+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: