UniCredit Factoring, utile netto di 28,2 milioni nei primi nove mesi del 2011

UniCredit Factoring ha registrato ricavi per 108,7 milioni di euro, mentre i costi (coerenti con il piano di sviluppo aziendale) sono stati pari a 25,2 milioni (+ 18%). L’utile ante imposte si è attestato a 48,7 milioni (+ 33,5% al netto delle poste straordinarie 2010). Gli impieghi hanno raggiunto i 7,0 miliardi (+10,1%) con RWA pari a 3,9 miliardi (+ 7,1%) e outstanding di 10,1 miliardi (+10,9%). Il turnover di 17,4 miliardi di euro (+22,9%) rappresenta una quota di mercato del 14,4%.

Nonostante gli investimenti del periodo il Cost/Income permane su livelli di eccellenza attestandosi al 23,2%. Il tax rate al 42,0% (ex 36,1%) residua un utile netto di 28,2 milioni (+ 21,2% al netto delle poste straordinarie 2010).

“Questi risultati – ha concluso Brandi – sono frutto di un costante lavoro di squadra. Cooperare, lavorare bene insieme con competenza sono gli elementi basilari per superare momenti di difficoltà quali quello attuale. Per me è inoltre importante poter contare sul gruppo. Sinceramente senza il supporto dei network commerciali della nostra banca quello che abbiamo fatto sarebbe stato semplicemente impossibile”.