Unicredit, nel primo trimestre utile netto a 712 milioni

Unicredit LogoDopo aver registrato nel 2013 una perdita di 14 miliardi, Unicredit chiude il primo trimestre con un balzo dell’utile netto a 712 milioni di euro, in crescita del 58,8% rispetto ai 449 milioni dei primi tre mesi del 2013. I ricavi, si legge in una nota, risultano lievemente in calo a 5,6 miliardi rispetto ai 5,8 miliardi dello stesso periodo del 2013 (-3,6%). I costi operativi si sono ridotti dell’1,8% a 3,5 miliardi, mentre il margine operativo lordo si attesta a 2,1 miliardi rispetto ai 2,2 miliardi di euro di un anno prima (-6,4%).
Migliora la qualità dell’attivo del gruppo che vede per la prima volta dall’inizio della crisi nel 2008 un calo dei crediti deteriorati lordi (-1,1 miliardi) e un tasso di copertura che si conferma pari al 52,4%, il più alto tra le banche italiane e tra i migliori in Europa. La banca in un anno ha ridotto di 1.372  unità la rete degli sportelli (di cui 168 in Italia), portandola a 131.333 il totale dei dipendenti al 31 marzo 2014 dai 138.131 di fine marzo 2013 (-6.798).
“Gli importanti risultati raggiunti nel primo trimestre confermano la validità della strategia adottata e indicano che il Gruppo sta procedendo nella giusta direzione. L’obiettivo di utile netto intorno a 2 miliardi che ci siamo dati per il 2014 è più vicino. Sulla base delle linee del piano strategico, stiamo lavorando con determinazione in tutte le divisioni e in tutte le geografie per perseguire una redditività sostenibile attraverso un modello di business vicino alle esigenze dei nostri clienti”, ha sottolineato il ceo Federico Ghizzoni.
Unicredit, nel primo trimestre utile netto a 712 milioni ultima modifica: 2014-05-16T15:42:38+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: