Unicredit: primo semestre 2011 con utile netto di 1,3 miliardi di euro (+97,5% a/a)

L’amministratore delegato Federico Ghizzoni ha commentato con queste parole i risultati: “Non abbiamo dato mandato a nessuna banca, Italia compresa, di ridurre o bloccare il credito. La diversificazione geografica è importante soprattutto dal punto di vista del funding, che in questi giorni è il tema di tutte le banche, non solo italiane. È un punto di forza del gruppo, che ci consente di continuare a dare credito in tutti i paesi, compresa l’Italia”.

Ghizzoni ha poi smentito qualsiasi problema con gli azionisti: “La tempistica è confermata, ma abbiamo sempre mantenuto flessibilità nel caso il mercato lo richiedesse – ha ribadito – . Con gli azionisti non abbiamo nessun problema e accetteranno il piano”.

Per il 2011 l’obietto è fissato a 2,6 miliardi di euro di utile: “È un target possibile – ha dichiarato Ghizzoni – ma è molto difficile fare previsioni serie. Di certo il 2011 chiuderà meglio dello scorso anno”.

Altri dati di bilancio: il Core tier 1 sale al 9,12% con un aumento trimestre su trimestre di 6 punti base; il margine di intermediazione si attesta a 13,383 miliardi, +1,6% a/a, sostenuti dal contributo eccezionale dei risultati di negoziazione e sostanziale tenuta del margine di interesse; i costi operativi si mantengono stabili (+0,5% a/a), sia nella componente delle spese per il personale (+0,5% a/a), sia delle altre spese amministrative (+0,7% a/a): considerevole, infine, la diminuzione delle rettifiche nette su crediti (-23,4% a/a), con qualità degli attivi in graduale miglioramento in Germania e Austria e stabilizzazione in Italia.

Per quanto riguarda i valori del secondo semestre, nel comunicato ufficiale si legge: utile netto, come già riportato, pari a 511 milioni di euro; margine di intermediazione a 6,455 miliardi, con trend trimestrale in diminuzione (-6,8% trim/trim); margine di interesse sostanzialmente invariato (+0,5% trim/trim); costi operativi a 3,925 miliardi, in moderata crescita trim/trim (+1,7%), influenzati dal normale effetto di stagionalità delle altre spese amministrative; infine, accantonamenti su crediti a 1,181miliardi, -21,5% trim/trim.

Leggi il comunicato completo

Unicredit: primo semestre 2011 con utile netto di 1,3 miliardi di euro (+97,5% a/a) ultima modifica: 2011-08-04T11:55:26+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: