Unicredit, Zaia: impensabile avere banche al 100% italiane

La situazione internazionale non consente l’esistenza di istituti di credito italiani al 100%. Ad affermarlo è stato il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, commentando l’ingresso del fondo arabo in Unicredit a margine dell’assemblea nazionale di Coldiretti, in corso a Roma lo scorso 2 luglio.

Vorremmo che tutto fosse al 100% made in Italy, ma ormai i mercati internazionali e tutto quello che accade nel mondo ci fa capire che non si può andare in questa direzione – ha dichiarato Zaia -. Guardo con estremo rispetto alle dinamiche delle società private la mia considerazione non può prescindere dal fatto che le imprese in generale hanno anche un ruolo etico e sociale nei territori. La nostra preoccupazione non e’ tanto di chi siano le azioni ma che i territori siano protagonisti”.

Il presidente del Veneto ha aggiunto: “sono più per le multi utility soprattutto per quelle che rappresentano le fonti che dovrebbero essere indisponibili, penso all’acqua che dovremo avere garantita e sta diventando occasione di incursione soprattutto da parte di multinazionali estere”.

Unicredit, Zaia: impensabile avere banche al 100% italiane ultima modifica: 2010-07-06T09:01:16+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: