Union Estates Network, Stefano Lucidi: “Siamo una software house con un focus sul settore immobiliare/finanziario”

Come è nato questo progetto?
L’idea è stata quella di mettere insieme delle competenze professionali di altissimo livello, in una piccola start-up con un profilo internazionale. Al fine di replicare il modello tedesco di CONact Gmbh, in Italia abbiamo costituito una software-house attiva nel settore dell’innovazione tecnologica applicata alla gestione del patrimonio immobiliare.

Chi sono i fondatori?
Il primo sono io stesso. Lavoro da oltre 20 anni nel settore finanziario e ho sviluppato competenze nell’ambito degli investimenti, concessione del credito, consulenza aziendale, non performing loans (crediti in sofferenza/incagli) e immobiliare. Poi c’è Giuseppe Lollobrigida, anche lui vanta venticinque anni di attività nel settore creditizio, e rappresenta il gruppo UMCI Spa. Infine il tedesco Joerg Kowollik che è stato impegnato per oltre venti con ruoli manageriali in alcune importanti società di software negli Usa e in Europa. Oltre dieci anni fa, ha fondato una software-house che si è affermata in Germania nei settori immobiliare e bancario.

Che tipo di proposta avete formulato?
Costruiamo delle soluzioni IT per la gestione di tutti i processi fondamentali nel settore immobiliare e bancario come: amministrazione di immobili, due diligence, reporting, gestione contabilità, gestione contatti (CRM) e portali immobiliari B2B. Ogni applicazione è web-based, pensata per essere compatibile e interfacciabile con le principali applicazioni di gestione e di contabilità come SAP e Oracle. Si possono utilizzare anche tramite PDA o smartphone. Funzionano per l’online banking e altri sistemi di pagamento come Sepa. È possibile sincronizzare contatti e agenda con MS Outlook e Lotus note. Molti dei nostri clienti sono multinazionali pertanto, tutte le nostre soluzioni IT sono predisposte in italiano, tedesco, inglese, francese e spagnolo.

Ci può dare qualche ulteriore dettaglio?
Certamente. Le nostre applicazioni costituiscono un sistema informativo, fruibile via internet, interamente realizzato con tecnologia WEBDEV. In questo modo, siamo in grado di fornire facilità, sicurezza e flessibilità mediante l’accesso remoto delle informazioni. Abbiamo costruito delle soluzioni modulari, flessibili, scalabili e personalizzabili. In pratica, il nostro cliente ha la possibilità di scegliere i soli moduli di cui ha bisogno secondo i propri obiettivi ed esigenze. Con delle semplici applicazioni, ogni soluzione consente la sincronizzazione in modalità bi-direzionale del data-base con i principali sistemi come Oracle, Microsoft Sql Server.

Qual è il vostro modello di business?
Il modello di business replica in sostanza quello tedesco di CONact, che ha già riscontrato successo in altri mercati europei. Nella fattispecie, una software house con un focus sul settore immobiliare/finanziario affiancata da una società di consulenza immobiliare, per offrire soluzioni dedicate a 360 gradi. I nostri clienti target sono: banche, grandi investitori, fondi immobiliari, enti pubblici, assett/property/facility managers. Le soluzioni sono realizzate in un sistema cloud pertanto, il cliente acquista solo le applicazioni di cui ha necessità. Il costo è legato al livello di personalizzazione rispetto alla nostra versione standard.

Quali risultati avete raggiunto?
Siamo ancora una start-up, ma molto attiva. Con Graziano Bet, direttore della divisione finanza di Uniteam Spa, abbiamo costruito una forte partnership nell’ambito NPL. Inoltre, grazie alla collaborazione con Giuseppe Pugliese di ASNODIM, stiamo integrando i nostri sistemi con la soluzione per l’acquisizione dei documenti catastali e le procedure di asta. Stiamo organizzando una serie di iniziative per far conoscere le nostre soluzioni sul mercato.

Quali?
Il 18 maggio a Francoforte abbiamo partecipato al NPL Forum assieme a Unicredit Credit Management Bank, un evento internazionale dedicato ai crediti non performing organizzato dalla Frankfurt Business School. Il 14 giugno a Roma organizziamo un Convegno dal titolo Real Estate Innovation Roma. Un ampio panel di relatori affronteremo vari temi come: i nuovi modelli della gestione immobiliare come strategia per la creazione di valore nel privato e nel pubblico; confronto sui modelli di valorizzazione del patrimonio immobiliare, sulle soluzioni IT e sulla crescita ecosostenibile. Infine, abbiamo iniziato a preparaci per l’appuntamento del 4 ottobre a Monaco in occasione dell’ExpoReal, la maggiore fiera del settore immobiliare in Europa.

Union Estates Network, Stefano Lucidi: “Siamo una software house con un focus sul settore immobiliare/finanziario” ultima modifica: 2010-06-06T20:39:40+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: