Unipol pronta a lasciare l’Ania

UnipolSai LogoUnipol intende abbandonare l’Ania, l’Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici. Ad annunciarlo è stato l’amministratore delegato Carlo Cimbri che a Il Sole 24 Ore ha spiegato di ritenere “che il governo dell’Ania debba essere affidato a personalità autorevoli”, aggiungendo: “Si potrebbe anche pensare di scegliere una figura esterna al mondo assicurativo anche per dare un segnale che l’Ania non è solo sinonimo di difesa di interessi corporativi”.

L’associazione ha spiegato in una nota di aver appreso la notizia “con sorpresa e dispiacere”. Per l’Ania è necessario “sottolineare che la governance dell’Associazione era già stata modificata con l’accordo di tutti gli associati all’inizio del 2012, con il precipuo scopo di garantire una partecipazione più attiva delle imprese socie alla gestione operativa dell’Ania, migliorandone la qualità e l’efficacia dei servizi”. 

Nel corso del comitato esecutivo dello scorso settembre, prosegue la nota “in occasione della discussione sul rinnovo degli organi associativi in scadenza, talune imprese avevano sollevato l’opportunità di un ulteriore affinamento della governance. A questo fine, era stata costituita una apposita commissione composta dai rappresentanti delle principali imprese, ivi inclusa UnipolSai. La commissione ha concluso la sua attività predisponendo una proposta da sottoporre al prossimo Comitato di novembre. La proposta ha avuto il contributo e l’adesione di tutti i partecipanti, ad eccezione del rappresentante di UnipolSai che non ha partecipato all’incontro finale né ha comunicato eventuali proposte e valutazioni alternative. Ci auguriamo che la decisione preannunciata possa essere riconsiderata, anche alla luce del nuovo assetto di governance proposto e della storica vicinanza di UnipolSai all’associazione. Riteniamo, infatti, che in un contesto così difficile per l’economia italiana e di grande cambiamento normativo e regolamentare per il nostro settore, la capacità dell’industria assicurativa di parlare con una sola voce forte e autorevole sia un bene primario per ogni impresa, per gli assicurati e, in ultima analisi, per il Paese”.

Leggi la nota dell’Ania

Unipol pronta a lasciare l’Ania ultima modifica: 2014-11-10T12:16:51+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: