Unirec sigla partnership con Debitos, piattaforma per trading crediti deteriorati

Unirec LogoUnirec (Unione nazionale imprese a tutela del credito), l’associazione di Confindustria Sit che riunisce l’80% delle aziende e società che offrono servizi di gestione del credito, e Debitos, la fintech tedesca che opera sul mercato secondario dei crediti deteriorati, hanno sottoscritto un accordo finalizzato alla presentazione dell’omonimo marketplace di crediti deteriorati alle aziende del comparto.

Debitos ha fatto il suo debutto sul mercato secondario dei crediti nel 2012 e oggi si configura come la prima piattaforma per lo scambio dei crediti a livello europeo con più di 600.000 operazioni in 16 paesi europei. Il numero di investitori attualmente registrati sulla piattaforma è più di 1.000, con un capitale di oltre 21 miliardi di euro.

Nell’ultimo semestre del 2020 infatti, secondo gli ultimi dati disponibili, il mercato secondario dei crediti deteriorati ha subito una forte accelerazione. Per il 2021, si stima un volume fino a 40 miliardi di euro. Il mercato secondario costituirà circa il 30% delle operazioni npl totali, confermando la maturità e sviluppo del settore.

Le transazioni complessive nel mercato italiano dei crediti ammontano a 38 miliardi di euro per vendite npl e 9 miliardi di euro di utp (fonte: Npl Market Watch, Gennaio 2021). Nel 2021 il volume dei crediti deteriorati raggiungerà quota 40 miliardi di euro per portafogli npl e 12 miliardi di euro per operazioni Utp. Nel 2022 si stimano livelli simili all’anno precedente.

Unirec, inoltre, ha evidenziato come nel quinquennio 2015-2019 siano quasi raddoppiati (+80%) gli importi affidati e gestiti dalle proprie aziende associate, tendenza che riflette la particolare congiuntura economica del Paese. Più nel dettaglio, nel 2019 ammontavano a circa 132 miliardi di euro le posizioni totali gestite dagli associati, con in prevalenza crediti non garantiti e con un aging superiore a 3 anni, l’81% dei quali riferiti a crediti di origine bancaria o finanziaria (prestiti e mutui), l’11% circa al settore utility e telco (bollette) e solo il 2,5% a crediti commerciali (acquisti a rate).

In tale contesto la partnership con Debitos testimonia l’attenzione di Unirec per l’evoluzione delle dinamiche del settore e per l’interesse da parte di tutti gli operatori del comparto, e non più solo delle società di grandi dimensioni, alla compravendita dei crediti sul mercato secondario.

Nell’ambito dell’accordo la piattaforma sarà pertanto presentata a tutte le imprese associate Unirec, che forniscono molteplici servizi (dalle informazioni commerciali, al recupero e all’acquisto crediti), le quali potranno decidere di utilizzarla sia come seller, buyer o arranger di operazioni.

L’innovazione è uno dei core business su cui puntiamo attraverso le nostre associate, consapevoli che la competitività e l’efficienza del segmento si basano innanzitutto sulla capacità di guardare al futuro e alle nuove soluzioni tecnologiche poste in campo. L’accordo siglato con Debitos testimonia il nostro impegno in prima linea per la digitalizzazione del sistema”, ha commentato Michela de Marchi, segretario generale di Unirec

 “Siamo felici che Unirec riconosca lo sviluppo del mercato secondario dello scambio dei crediti e che stia attivamente supportando le nuove tecnologie introdotte nel settore. Unirec, che è parte del network europeo Fenca, opera dinamicamente con una particolare attenzione verso l’internazionalizzazione del settore. Non vediamo l’ora di iniziare questa collaborazione e di intraprendere future operazioni con i membri Unirec”, ha aggiunto Timur Peters, ceo e fondatore di Debitos.