Up Finance: adeguamento cookie 2022 per il settore finanziario, cosa fare dal 10 gennaio

Oggi entrano in vigore le nuove regole del Garante della privacy sui cookie e chiunque ha un sito web o una landing page deve adeguarsi, inclusi gli operatori finanziari. UP Finance, azienda Google Partner che gestisce le campagne marketing di lead generation di diversi attori del settore finanziario, spiega cosa bisogna fare nel dettaglio per non incorrere in sanzioni da parte del Garante:

L’adeguamento dei cookie richiesto dal 10 gennaio va ad aggiornare le indicazioni contenute nel provvedimento n. 229/2014 alla luce delle novità introdotte dal GDPR 679/2016 e dalle Linee guida dell’European Data Protection Board (EDPB) del maggio 2020 al fine di tutelare ulteriormente gli utenti online – spiega Cassandra Menga, ad della società -. Chi ha un sito o una landing page dovrebbe già avere una cookie policy, una privacy policy ed un banner cookie (secondo la precedente normativa), per cui quello che deve fare adesso è integrare alcune richieste specifiche”.

In sintesi, secondo Up Finance, le integrazioni da effettuare possono essere sintetizzate in 3 punti:

  1. cookie banner: il banner che compare alla prima visita dell’utente e che informa sull’utilizzo dei cookie diventa più dettagliato in quanto deve specificare le tipologie di cookie utilizzati e, inoltre, deve riportare obbligatoriamente il tasto “rifiuta” oltre a quello “accetta”.
  2. blocco preventivo: la cookie law non consente l’installazione di cookie prima di aver ottenuto il consenso dell’utente, fatta eccezione per le categorie di cookie esenti. In pratica, questo significa che ad esempio i codici che gestiscono la live chat o il pulsante “Mi piace” di Facebook non possono essere eseguiti prima di aver ottenuto il consenso.
  3. registro preferenze: questo è un requisito del tutto nuovo e rappresenta la principale novità del 2022. Le nuove linee guida del Garante, infatti, richiedono esplicitamente di documentare le preferenze all’utilizzo dei cookie (questo perché i cookie possono trattare dati personali, e valgono i requisiti sul registro dei consensi derivanti dal GDPR) e ciò significa che ora è obbligatorio tenere traccia delle preferenze sui cookie espresse dagli utenti quando visitano il sito.

Già dallo scorso settembre abbiamo iniziato il processo di adeguamento cookie per i nostri clienti così da evitare ritardi e corse dell’ultimo minuto – aggiunge Menga -. In particolare, la maggior parte dei nostri clienti, utilizza la nostra landing page come pagina di destinazione delle campagne di lead generation personalizzata che gestiamo per loro e, in questi mesi, abbiamo implementato le modifiche necessarie per renderle compliant già dal 10 gennaio”.

Up Finance ha studiato la normativa e ha acquisito una nuova certificazione, il badge “Partner Iubenda” per garantire un servizio adeguato ai nostri clienti attuali e futuri. “Non siamo legali esperti in materia, siamo degli specialisti di marketing, pertanto abbiamo preferito scegliere il miglior partner attualmente presente sul mercato per gestire l’adeguamento cookie”, conclude Menga