Usa: pignoramenti immobiliari aumentati a gennaio. In discesa i dati su base annuale

Nel primo mese del 2011 è salito il numero di case pignorate negli Stati Uniti. Il dato è comunque in diminuzione rispetto all’anno precedente. A rilevarlo è stata RealtyTrac, società specializzata nelle settore delle espropriazioni. L’aumento è stato pari all’1% a gennaio 2011 e ha coinvolto 261.333 abitazioni.

Rispetto allo stesso mese dello scorso anno si registra però un calo del 17,7%.

Per tre mesi consecutivi il numero dei pignoramenti è rimasto stazionario al di sotto dei 300.000 euro, dopo aver superato tale soglia per 20 mesi” ha spiegato James J. Saccacio, amministratore delegato della società. L’ad ha aggiunto che purtroppo non si tratta di “un segnale di una ripresa robusta del settore immobiliare” quanto piuttosto di “un segno che i creditori si sono impantanati nelle procedure di revisione”.

Usa: pignoramenti immobiliari aumentati a gennaio. In discesa i dati su base annuale ultima modifica: 2011-02-15T08:13:00+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: