Usura, tassi di riferimento validi dal primo ottobre al 31 dicembre

Usura prestiti usuraiLa Banca d’Italia ha pubblicato i tassi effettivi globali medi (Tegm) e i valori medi dei compensi di mediazione riferiti al secondo trimestre 2018, rilevati ai sensi della legge n. 108/96, utile per rilevare l’usura.

I Tegm sono segnalati dagli intermediari alla Banca d’Italia tenendo conto delle istruzioni per la rilevazione e dei chiarimenti forniti dal Ministero dell’Economia. I tassi segnalati, corretti per la variazione dei tassi sulle operazioni di politica monetaria, costituiscono la base per il calcolo dei tassi soglia, oltre i quali gli interessi sono considerati usurari.

I valori medi dei compensi di mediazione sono aggregati in tre categorie di operazioni; per essi la Legge n. 108/96 non stabilisce una soglia ma prevede il reato di mediazione usuraria nel caso in cui gli oneri sostenuti risultino sproporzionati rispetto all’opera di mediazione.

I Tegm e i tassi soglia sono stati trasmessi dalla Banca d’Italia al Ministero dell’Economia e delle Finanze che ha emanato in data 27 settembre 2018 il decreto ministeriale con le “soglie di usura”, valide per il quarto trimestre 2018, e la nota di chiarimenti.

Il decreto contiene altresì i valori della maggiorazione media dei tassi di mora contrattuali, rispetto ai tassi di interesse corrispettivi, ricavati da una rilevazione statistica campionaria condotta a fini conoscitivi dalla Banca d’Italia, d’intesa con il ministero.

181001_bancaditalia

Usura, tassi di riferimento validi dal primo ottobre al 31 dicembre ultima modifica: 2018-10-01T11:14:37+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: