Valeria Picconi: “Nel 2014 il 23% degli italiani ha dovuto ricorrere a un prestito per pagare le spese quotidiane”

Genworth LogoValeria Picconi, Country manager per l’Italia di Genworth, ha commentato sull’Outlook mensile di marzo 2015 dell’Abi: “L’aumento della domanda di finanziamenti dalle famiglie e della relativa offerta da parte degli istituti bancari dimostra una crescente necessità di credito. Il calo dei risparmi e della ricchezza delle famiglie degli scorsi anni lascia molti nuclei in condizioni di vulnerabilità finanziaria e in difficoltà quando si tratta di affrontare consistenti spese impreviste. Le nostre ricerche indicano che nel 2014 il 23% degli italiani ha dovuto ricorrere a un prestito per pagare le spese quotidiane, rispetto al 14% rilevato in Germania. In considerazione di questa perdurante vulnerabilità finanziaria, i prodotti assicurativi a protezione del tenore di vita, che tutelano il consumatore in caso di perdita di impiego, infortunio, malattia o decesso, possono svolgere un ruolo importante nel supportare direttamente le famiglie in difficoltà evitando l’erosione dei loro risparmi. Indirettamente contribuiscono anche al rilancio dell’economia, grazie ad una maggiore fiducia dei consumatori e ad una minore pressione sul welfare pubblico, proteggendo al contempo gli intermediari finanziari da crediti deteriorati in un contesto di maggiore rischiosità dei prestiti.

Genworth, società globale specializzata nelle assicurazioni a protezione del tenore di vita, è presente in Italia dal 1996, anno in cui ha introdotto per prima sul mercato italiano la copertura contro la perdita involontaria del posto di lavoro.

Valeria Picconi: “Nel 2014 il 23% degli italiani ha dovuto ricorrere a un prestito per pagare le spese quotidiane” ultima modifica: 2015-03-18T12:09:58+00:00 da Redazione 2

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: