Veneto Banca: fusione per incorporazione della Cassa di risparmio di Fabriano e Cupramontana

“Siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto – ha sottolineato Vincenzo Consoli, amministratore delegato di Veneto Banca -. Dei soci di Carifac solo 342 hanno optato per il recesso, a dimostrazione che il lavoro fatto in questi anni nel fabrianese è stato percepito in modo positivo”.

Il perfezionamento della fusione, spiega una nota, ha portato all’annullamento di tutte le azioni della banca incorporata, previo regolamento della liquidazione delle azioni dei soci recedenti. Il rapporto di concambio è stato fissato in una azione ordinaria di Veneto Banca ogni 42 azioni Carifac ed il prezzo di liquidazione, ai fini del recesso, in 0,92 euro per ogni azione. I soci Carifac hanno aderito all’operazione di conversione per un totale di 1.686.996 nuove azioni Veneto Banca sottoscritte. Attraverso l’operazione il patrimonio dell’istituto veneto è cresciuto di circa 69 milioni di euro ed ha acquisito 2.310 nuovi soci.

“La nostra base sociale – ha aggiunto Consoli – si amplia e si radica anche in territori diversi da quelli in cui siamo nati. Il risultato dell’operazione di fusione ci conferma che Veneto Banca è ormai una popolare di riferimento anche per le Marche e per i distretti produttivi del Fabrianese, particolarmente provati dalla crisi di questi anni. Attraverso la Direzione Territoriale che sostituirà la Direzione Centrale di Carifac contiamo di poter svolgere la nostra attività in modo ancor più snello e rapido, dando alle aziende e alle famiglie le risposte di cui hanno bisogno in questo particolare momento”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Veneto Banca: fusione per incorporazione della Cassa di risparmio di Fabriano e Cupramontana ultima modifica: 2013-06-17T20:00:36+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: