Widiba, nel I trimestre ricavi netti in crescita del 36%

Widiba Logo NuovoNel primo trimestre 2018 Widiba ha raggiunto risultati oltre il breakeven e i target di Piano, grazie alla costante crescita della customer base, delle masse, alla scalabilità della macchina operativa già pluripremiata a livello nazionale ed internazionale.

Il modello di business della Banca coniuga una componente ad alto contenuto relazionale dei consulenti finanziari con una proposta digitale all’avanguardia. Un modello aggregante capace di attrarre nuovi clienti e sempre più professionisti della consulenza finanziaria presenti capillarmente su tutto il territorio italiano.

I principali risultati del Q1

  • +36% ricavi netti (vs Q1 2017)
  • Ebitda pari a 2,6 mio di Euro
  • Risultato Operativo in utile nel trimestre
  • Superata quota 242.000 clienti
  • AUM 8,1 miliardi di euro
  • 250 milioni di euro di mutui erogati nel primo anno di attività
  • CET1 pari a 33,47%
  • 612 professionisti nella Rete di consulenti finanziari (+12 negli ultimi 3 mesi)
  • 300.000 follower, prima community bancaria
  • 4,8 su 5 l’indice di soddisfazione del servizio
  • 10 milioni di righe di codice proprietario per oltre 2.000 funzioni disponibili

Widiba chiude il primo trimestre con un risultato netto positivo, grazie all’accelerazione su tutte le linee di business e su tutti i comparti di offerta. A fronte di una crescita su base annua del 36% dei ricavi netti, i costi operativi rimangono in linea con l’anno precedente. Si conferma così la scalabilità della macchina operativa che mantiene una customer experience ai massimi livelli di mercato come testimoniano i 450.000 rating, con punteggio 4,8 su 5, quotidianamente raccolti dai clienti.

La consulenza finanziaria si riconferma al centro del modello di business di Widiba e con un team di professionisti che registra una crescita del portafoglio medio del 10% rispetto allo scorso anno.

Per il 2018 è stata pianificata, insieme alle strutture manageriali della Rete, una pipeline di sviluppi di cui un terzo è stato già concluso.

Una progettualità nata dall’ascolto puntuale delle esigenze dei Personal Advisor che ne amplierà la capacità di essere consulenti globali.

La nuova piattaforma proprietaria di consulenza Wise, sviluppata interamente in house e lanciata nel 2017, è oramai pienamente a regime e rimarrà protagonista dell’innovazione 2018. La modalità robo-for-advisor consente di sfruttare appieno la tecnologia per la semplificazione e digitalizzazione amministrativa per concentrare il servizio reso al cliente sulla relazione e sulla consulenza patrimoniale.

Un modello in cui architettura aperta e Certificazione, secondo lo standard internazionale UNI – ISO (UNI TS 11348:2010), rendono la consulenza di Widiba distintiva sul mercato per la globalità dell’analisi dei bisogni del cliente, per la professionalità dei consulenti e per l’offerta di soluzioni di investimento disegnate su misura.

Continua il percorso di semplificazione dei processi per offrire alla clientela modalità di interazione guidate sempre più dai loro comportamenti quotidiani e quindi servizi sempre più immediati e “senza istruzioni”.  Dopo aver lanciato sul mercato il conto interamente online e la portabilità “paperless”, Widiba nel 2017 ha perfezionato l’offerta con mutui, prestiti ed assicurazioni 100% digitali. Nel Q1 2018 è stato raggiunto il traguardo dei 250 milioni di mutui nel primo anno di attività sul comparto.

Widiba, a circa quattro anni dal lancio, rappresenta oramai sul mercato italiano una realtà affermata e di eccellenza per una value proposition distintiva e riveste anche un ruolo di motore del cambiamento nel Piano Industriale al servizio del Gruppo MPS.

In linea con i risultati del primo trimestre, si prevede una crescita positiva per l’intero anno di clienti e masse, nonché degli aggregati economici e patrimoniali.

Widiba, nel I trimestre ricavi netti in crescita del 36% ultima modifica: 2018-05-09T10:47:15+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: