Yellen, Fed: aumento dei tassi graduale

Federal Reserve Fed

La sede della Fed a Washington

“Addizionali strette graduali sono probabilmente appropriate nel corso dei prossimi anni per sostenere l’espansione economica e ritorni dell’inflazione all’obiettivo ideale del 2 per cento”. Così Janet Yellen, presidente della Federal reserve, nel corso di un suo intervento davanti al Congresso statunitense.

Yellen ha descritto i tassi di riferimento come “al di sotto” del livello neutrale, che non ha effetto di stimolo né di freno, sottolineando che comunque la banca centrale Usa non dovrà alzarli drasticamente per “raggiungere una posizione di neutralità”.

Nella sua ultima riunione la Fed ha previsto un’ukteriore stretta sui tassi entro l’anno, dopo gli ultimi tre rialzi, che li hanno spinti in una fascia compresa tra l’1% e l’1,25%.

La numero uno della Federal reserve ha anche spiegato che il bilancio del suo istituto, che ha superato i 4.500 miliardi di dollari con le misure varate dopo la crisi, “calerà in modo apprezzabile”, una volta che saranno messe in atto le manovre previste per ridurlo. “La Fed prevede di tornare a un portafoglio per lo più composto da titoli di stato”, abbandonando i titoli garantiti da mutui acquistati dopo la crisi, un’azione “appropriata all’epoca”, ma ora non più necessaria, ha sottolineato l’esperta.

Yellen ha infine richiamato l’attenzione del Congresso sull’andamento del debito federale statunitense, che “è insostenibile e potrebbe danneggiare la produttività e gli standard di vita degli americani”.

Yellen, Fed: aumento dei tassi graduale ultima modifica: 2017-07-14T12:26:08+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: