Zanetti, Assopopolari: “Incomprensibili le affermazioni dell’Antitrust contro le banche popolari”

“Risultano incomprensibili le recenti affermazioni dell’autorità Antitrust che immotivatamente colpiscono e penalizzano le Banche popolari cooperative italiane, proponendo delle linee di riforma che ne snaturerebbero la peculiare disciplina”. Così Emilio Zanetti, presidente di Assopopolari. L’invito a rivedere la legislazione sulla governance delle banche popolari, rivolto al governo dall’Antitrust, secondo Zanetti pone in discussione l’essenza storica e la funzione sociale delle Banche popolari e avrebbe come conseguenza lo snaturamento di una delle componenti più stabili e più vicine all’economia reale del sistema bancario italiano. E ciò desta tanto più stupore alla luce anche dei recenti provvedimenti legislativi sia nazionali che europei, dall’archiviazione della procedura d’infrazione da parte della Commissione europea all’esclusione delle Banche popolari dalla direttiva sui diritti degli azionisti, che hanno invece inteso salvaguardare la specificità e la forma cooperativa di tali banche. “Non va dimenticato infatti – ha aggiunto Zanetti – che l’attuale disciplina ha finora consentito alle Banche Popolari di svolgere, in particolare nelle fasi recessive come l’attuale, una importante funzione anticiclica continuando a sostenere, non senza difficoltà, famiglie ed imprese”.

Zanetti, Assopopolari: “Incomprensibili le affermazioni dell’Antitrust contro le banche popolari” ultima modifica: 2012-10-03T14:21:42+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: